PASQUA AL CALDO DELLA SARDEGNA

    PASQUA AL CALDO DELLA SARDEGNA

    PASQUA IN SARDEGNA

    Un viaggio navigando in un mare smeraldo, tra piccole e grandi insenature dalla sabbia bianchissima: questa è la Sardegna, un’isola che stupisce il visitatore per i suoi contrasti naturali, luci e colori, un paese di antichissime tradizioni, immerso in una natura selvaggia e incontaminata.

    Il nostro tour di Pasqua, una sorta di anteprima dell’estate oramai prossima, si snoda tra la Costa Paradiso, il Golfo dell’Asinara, Alghero e la Riviera del Corallo sino ad arrivare a Bosa. Ma ecco in breve le tappe del nostro viaggio

    Castelsardo. Uno dei centri storici più interessanti della Sardegna, che si trova a Nord-Est di Sassari, nella parte opposta rispetto ad Alghero. Passeggiando nel centro storico di Castelsardo possiamo ammirare il Castello, di origine medievale, che ospita il Museo dell’Intreccio Mediterraneo, con complessi cesti lavorati a mano; la Chiesa di S. Maria, che conserva il celebre Cristo Nero (Lu Criltu Nieddu), uno dei più antichi della Sardegna; la Cattedrale di S.Antonio Abate, edificata nel XVI secolo, che custodisce al suo interno uno splendido retablo, opera giovanile di un ignoto artista designato con il nome di Maestro di Castelsardo.

    Nella zona intorno a Castelsardo sono da vedere, tra gli altri, le famose domus de janas, tombe preistoriche adibite per lungo tempo a prigione e poi, sino a non molti anni fa, ad abitazione, la Roccia dell’Elefante che prende il nome dalla bizzarra forma “pachidermica”.

    Stintino. Sabbia bianca finissima, panorami mozzafiato, acque azzurro-turchesi e uno dei mari più belli dell’intero Mediterraneo: questa è Stintino, rinomata località turistica sull’estremità nord-occidentale della Sardegna.
    Nato come borgo per accogliere i pescatori allontanati dall’isola dell’Asinara, quando l’isola venne trasformata in colonia penale, Stintino possiede una delle coste più affascinanti dell’intera Sardegna e rappresenta un vero paradiso per gli amanti del mare e per tutti coloro che vogliono trascorrere una vacanza a contatto con una natura selvaggia e inalterata.

    Stintino è sinonimo di magnifiche spiagge in cui poter trascorrere ore ed ore nel totale relax. La più famosa è sicuramente la Pelosa, affacciata sull’Asinara e caratterizzata da una sabbia bianca e da un mare cristallino. Stessi colori e stessa bellezza anche per la vicina spiaggia Pelosetta, dove oltre a rilassarsi al sole si può fare una passeggiata e raggiungere a piedi l’isolotto davanti la spiaggia in cui si trova una torre aragonese del XVI sec, la Torre della Pelosa. 

    Magnifiche anche le altre spiagge della costa orientale a cominciare dalla spiaggia delle Tonnare, caratterizzata dalla presenza dell’antica tonnara, oggi trasformata in un residence sul mare, e, proseguendo, Le Saline, ll Gabbiano, l’Ancora, Ezzi Mannu, Pazzona e Punta Negra.

    Alghero. è una cittadina fortificata, una delle poche in Italia ad aver conservato oltre il 70% delle sue mura difensive, consigliamo quindi una passeggiata lungo i suoi Bastioni e le Torri, retaggio delle dominazioni passate degli aragonesi prima e degli spagnoli poi. Vi segnaliamo i bastioni che affacciano sul porto e sul lungomare Marco Polo, oltre alle torri difensive che circondano il centro cittadino, tra cui la Torre di Sulis nell’omonima piazza, poi la torre di San Giacomo, la torre San Giovanni (che oggi ospita il Museo virtuale della storia di Alghero) e quella della Maddalena. Risalente al XVI secolo, la Cattedrale dell’Immacolata concezione, nota anche con il nome Cattedrale di Santa Maria con il suo campanile si trova in pieno centro storico ed è il simbolo della città. Lo stile dominante è quello gotico-catalano, tuttavia rappresenta un miscuglio di diverse epoche storiche ed artistiche.

    Promontorio di Capo Caccia. un’enorme roccia carsica a strapiombo sul mare che include un ricco giacimento di fossili di rilevante interesse archeologico. Il promontorio segna il punto più estremo della costa nord occidentale: una vera e propria cinta muraria naturale in passato, che deve il suo nome ai nobili dell’800 che qui appunto cacciavano i piccioni dalla barca. Nei fondali circostanti è presente una pregiata varietà di corallo rosso, mentre la grotta di Nereo è il luogo perfetto per gli appassionati di immersioni. Dal promontorio di Capo Caccia è anche possibile raggiungere le meravigliose grotte di Nettuno, attraverso la Escala del Cabirol.

    Grotte di Nettuno. Una delle principali attrattive naturalistiche della città di Alghero sono le magnifiche grotte di Nettuno, formazioni carsiche tra le più grandi in Italia, site nel promontorio di Capo Caccia, a circa 24 km da Alghero. Per accedervi è possibile farlo via terra, attraverso una scalinata di 656 gradini lungo la parete del promontorio di Capo Caccia, la famosa Escala del Cabirol (scala del capriolo), oppure tramite il traghetto che dal porto turistico conduce alle grotte. Lo spettacolo naturale rappresentato dalle formazioni di stalagmiti e stalattiti è qualcosa da non perdere.

    Bosa. L’incantevole Bosa ha vinto la gara come secondo Borgo più bello d’Italia per il programma Tv di Rai 3 “Alle falde del Kilimangiaro“. Per un viaggio in Sardegna non si può non sostare in questo meraviglioso borgo e di lasciarsi trasportare dalle sensazioni di un posto senza tempo: il silenzio, le case dai colori variopinti e le strette vie del centro storico, la vegetazione che si mischia con il paesaggio marino e l’odore di tradizione e cultura.

    Spettacolare è la strada panoramica che da Alghero conduce a Bosa. Questa è una strada magica che come paesaggio e suggestioni non ha niente di invidiare alle famose strade americane o neozelandesi . Sono 45 km di strada che costeggiano il mare regalando a chi la percorre in auto, moto, pullman, bicicletta o ebike autentici panorami da cartolina.

    Costa Smeralda. Magico mix di mare, sole e colori a cui è quasi impossibile resistere. Situata sulla Costa nord-orientale della Sardegna, tra il golfo di Arzachena e Cugnana, la sua fama è legata al particolare colore del mare e alle variazioni cromatiche delle acque trasparenti che si insinuano in un labirinto di rocce granitiche, formando scorci incantevoli. Il principe Karim Aga Khan, follemente innamorato di questa terra selvaggia e inaccessibile, decise di acquistare queste terre paradisiache e creare il consorzio Costa Smeralda. Il progetto di creare un paradiso turistico iniziò nei primi anni ’60 con lo scopo di valorizzare un luogo unico e diffondere le sue bellezze  in tutto il mondo.

    Nell’incantevole Porto Cervo, la perla della Costa Smeralda si sonda un’effervescente vita notturna che si svolge in locali alla moda, piccoli ristoranti, bar e negozi di stilisti di fama internazionale. Allegro, colorato e mondano, la sofisticata Porto Cervo è un vero eden, scelto e frequentato ogni estate dall’aristocrazia e dalle persone del jet-set internazionale, che arrivano con i loro giganteschi yacht. Infine Porto Rotondo: affacciato sull’ampio Golfo di Cugnana, è popolato da ville e piazze con negozi di ogni genere, immersi in una natura magnifica.

     

    PROGRAMMA

    18 aprile. Ritrovo dei partecipanti nei luoghi concordati con l’agenzia alle ore 18:00. Incontro con il nostro assistente di viaggio, sistemazione in bus granturismo e partenza alla volta di Civitavecchia. Alle ore 20:00 imbarco a bordo della Motonave Cruise Roma della Compagnia Grimaldi Lines e partenza alla volta di Porto Torres.

    19 aprile. Alle ore 06:00 circa arrivo a Porto Torres. Dopo le operazioni di sbarco si raggiungerà Stintino. Costeggiando la bellissima spiaggia delle Saline arriveremo sino alla Spiaggia della Pelosa. Faremo colazione affacciati sulla meravigliposa spiaggia. A seguire raggiungeremo il porticciole nel borgo di Stintino per l’imbarco a bordo della motonave in partenza per l’Isola Asinara. Escursione a bordo di un trenino gommato con guida. In serata arrivo ad Alghero. Sistemazione in hotel per la cena ed il pernottamento.

    20 aprile. Prima colazione in hotel. Incontro con la guida locale e visita del centro storico di Alghero. Pranzo libero a cura dei partecipanti. Nel pomeriggio si raggiungerà il promontorio di Capo Caccia da dove sarà possibile accedere alle Grotte di Nettuno. Visita con guida. In esrata rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.

    21 aprile. Dopo la prima colazione in albergo si partirà per Bosa Marina. Si percorrerà la strada costiera classificata fra le più belle d’Italia. Giunti a Bosa visiteremo il caratteristico borgo ed il Castello dei Malaspina in compagnia della guida. Pranzo libero in corso di escursione. Nel pomeriggio faremo tappa al nuraghe di Santu Antine. In serata rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.

    22 aprile Partenza dall’albergo dopo la prima colazione alla volta della Costa Smeralda. Lungo il percorso visiteremo la Basilica di Saccargia e nella tarda mattinata arriveremo a Palau da dove proseguiremo alla volta di Porto Cervo e Porto Rotndo che visiteremo con la nostra guida. Pranzo libero in corso di escursione. Nel tardo pomeriggio imbarco a bordo della motonave Cruise Roma della Compagnia Grimaldi LInes e partenza alle ore 20:30 circa da Olbia alla volta di Livorno. Notte in navigazione e cena libera a bordo.

    23 aprile Livorno. Sbarco a Livorno alle ore 06:00 circa. Proseguimento in bus per il rientro in sede. Lungo il tragitto faremo una sosta per un buon caffè nel borgo incantato di Bolgheri. Proseguimento e sosta a Tarquinia. Incontro con la guida locale e visita del centro storico. Pranzo libero a cura dei partecipanti. Al termine partenza in bus per il rientro in sede previsto alle ore 19:00 circa.

    Q U O T E   D I   P A R T E C I P A Z I O N E

    Quota individuale                            € 385,00

    La quota comprende: viaggio in bus dalla Ciociaria; nostro assistente di viaggio; biglietto nave sistemazione in poltrona a/r; visite con guida autorizzata di intera giornata per tutti i giorni ; sistemazione in hotel di categoria 3 stelle ad Alghero; trattamento di mezza pensione; Iva e percentuali di servizio.

    La quota non comprende: pranzi in corso di escursione ( a partire da € 20 ), biglietti di ingresso a musei e/o mostre e tutto quanto non espressamente indicato nella voce precedente

    Supplementi: sistemazione in camera singola € 90,00

    Il viaggio è vincolato alla partecipazione di min. 40 persone. Il programma è suscettibile di variazioni. L’ordine delle prenotazioni attribuisce il posto in pullman. La prenotazione si ritiene valida solo contestualmente all’acconto del 50%, non rimborsabile in caso di cancellazione del partecipante ( aderendo al programma si dichiara di accettare le condizioni del regolamento generale in materia di pacchetti turistici Dl 111/95). Eventuali esigenze inerenti alle camere, intolleranze alimentari, assegnazione posti a tavola, posti in autobus vanno segnalate prima della partenza.

    Prenota