• Panoramica
  • Programma
  • Servizi inclusi
  • Servizi esclusi
  • Prenotazione
  • Risposte Utili

l’Infiorata del Corpus Domini

Questo nostro minitour è interamente dedicato alla scoperta di tre gioielli dell’Umbra che sono annoverati nella lista dell’Associazione dei Borghi più belli d’Italia: Spello, Bevagna e Montefalco.

Spello. La pietra, uscita dal cuore del Monte Subasio, accende di rosa le case di Spello e indugia sulle mura, i tetti, le terrazze, per confrontarsi con i riflessi argentei degli ulivi lungo la strada tra Assisi e Foligno. La delicata bellezza delle Madonne del Pinturicchio e le pure linee romaniche di San Claudio aggiungono a questo luogo un fascino che corre lungo tutto l’anello delle mura, dove si conserva – come nelle porte e nei ruderi – memoria dell’antica Roma. Nella successiva età medievale il borgo ha accumulato nuovi tesori, come i tre rosoni che occhieggiano dalle chiese, il crocifisso giottesco, i dipinti. E l’ulivo che svetta sulla torre medievale è il giusto monito a tenere insieme natura e cultura.

In questa giornata si celebra ‘ l’Infiorata del Corpus Domini ‘, un’occasione straordinaria per visitare questo piccolo borgo trasformato in un grande giardino fiorito. Tappeti e quadri floreali realizzati lungo tutte le vie principali per omaggiare la processione del Corpus Domini e offrire ai visitatori il risultato del difficile lavoro che richiede giorni e giorni ma che si concretizza in una smagliante armonia di colori e profumi, e ancora scalinate, balconi e finestre addobbate fanno da corollario alla splendida, infiorata.

La seconda tappa del nostro minitour sarà Bevagna, borgo in cui il Medioevo, altrove banalizzato, torna ad essere l’arte della manualità e la creatività dei maestri di bottega, un tempo scandito dai ritmi lenti in cui affondano le sue radici.
Ancora oggi, in tutta la città, riaffiorano archi a sesto acuto, finestrelle, cornici, fregi in cotto che rimandano a questa lontana epoca rimasta sospesa nell’aria.
Le notti all’erta, gli strepiti degli assedi che a lungo hanno tormentato le mura, sono ormai un ghirigoro dell’altrove tracciato nel cielo denso di nubi. Ma basta porgere l’orecchio per sentire i suoni e i rumori della gente pronta a ricostruire ciò che è andato distrutto. L’arte dei mattonari, la lavorazione della canapa o della carta pergamenata, la tradizione domestica delle tele fatte a telaio, rivivono attraverso il Mercato delle Gaite che si tiene annualmente nel mese di giugno.

Ultima tappa Montefalco, chiamata “la ringhiera dell’Umbria” perché dal Belvedere lo sguardo spazia su azzurrità lontane, stilla quasi dalle sue antiche pietre i nettari rossi e gialli del vino e dell’olio e quelli multicolori delle pitture di Benozzo Gozzoli. Montefalco sta tutta dentro questo bouquet di colori, di sensazioni, di aromi spirituali, di sapori terreni,  Le uve di Sagrantino quasi si aggrappano coi loro profumi di more di rovo, di bosco e di selvatico, alle vecchie mura e alla torre merlata di accesso alla città.

Un’emozione che vi stupirà!

P R O G R A M M A

h. 06:00 ritrovo dei partecipanti nei luoghi concordati con l'agenzia e partenza alla volta dell'Umbria.

h. 09:00 arrivo a Spello, visita libera al centro storico e alla manifestazione " Infiorata del Corpus Domini "

h. 12: 30 trasferimento in bus nella vicina Bevagna. Pranzo libero a cura dei partecipanti. Facoltativo il pranzo in ristorante.

h. 15:00 trasferimento in bus a Montefalco e visita guidata del centro storico, la piazza chiamata anche “Campo del Certame” in cui si specchiano il palazzo medievale del Comune, l'ottocentesco Teatro Comunale, il piccolo oratorio di Santa Maria e significativi esempi di residenze signorili, ossia i palazzi Senili, Santi-Gentili, Langeli e Camilli, tutti cinquecenteschi. Da non perdere il Convento di Santa Chiara in cui riposa il corpo della Santa.

h. 17:30 partenza in bus per il rientro in sede previsto alle ore 20:30

Il viaggio è vincolato alla partecipazione di min. 40 persone. Il programma è suscettibile di variazioni. L’ordine delle prenotazioni attribuisce il posto in pullman. La prenotazione si ritiene valida solo contestualmente all’acconto del 50%, non rimborsabile in caso di cancellazione del partecipante ( aderendo al programma si dichiara di accettare le condizioni del regolamento generale in materia di pacchetti turistici Dl 111/95). Eventuali esigenze inerenti alle camere, intolleranze alimentari, assegnazione posti a tavola vanno segnalate prima della partenza.

La quota comprende: viaggio in bus dalla Ciociaria, nostro assistente di viaggio, visita guidata di Bevagna, visita guidata di Montefalco, Iva e percentuali di servizio.

 

La quota non comprende: pranzo in ristorante a partire da € 20; tutto quanto non espressamente indicato nella voce precedente

  • Partenza
    Rientro
    Group (Min-Max)
    Pricing
     
  • Partenza domenica 23 Giugno 2019
    Rientro giovedì 14 Novembre 2019
    1Pers. - Nessun limite
     

Nessun dettaglio