CADEUAX AL CASTELLO DI LIMATOLA

LE LUMINARIE DI SALERNO
8 Dicembre 2018
IL MERCATINO DI LUBIANA
13 Dicembre 2018

CADEUAX AL CASTELLO DI LIMATOLA

il MERCATINO DI NATALE A LIMATOLA

La storia del Castello

Il Castello di Limatola, che sovrasta l’antico borgo medioevale, si trova a guardia della valle solcata dal fiume Volturno, tra il massiccio del Taburno, il monte Maggiore ed i monti Tifatini. Sorge su una collina che sovrasta il Borgo, in posizione strategica. Venne edificato dai Normanni sui resti di un’antica torre longobarda.

Al 1277 risalgono gli interventi promossi daCarlo I d’Angiò, da riconoscersi negli ambienti a volte ogivali contigui alla parte più antica della struttura corrispondente al mastio di forma rettangolare.
Ai Conti Della Ratta, feudatari di Limatola dal 1420, sono ascrivibili gli interventi sulla cinta muraria più esterna e di ristrutturazione ed ampliamenti attuati in alcuni ambienti sulle scale e sulle logge, di gusto rinascimentale.

Nel secondo decennio del XVI secolo,  Francesco Gambacorta e Caterina Della Ratta effettuarono interventi sulle strutture difensive e sulla Chiesa palatina di San Nicola che conserva però l’originario portale romanico.

il Mercatino di Natale

In occasione della IX Edizione di “Cadeaux al Castello”, il Castello di Limatola si veste di bianco, di luce… forte, brillante, di luccichii, di fantastiche ed abbaglianti luminarie.
Quest’anno il tema quindi sarà il bianco, il colore della purezza, dell’innocenza, della neve, del freddo, ma anche il colore della saggezza, il colore dei re, delle divinità, degli angeli… della felicità.

Il bianco è anche il colore che ci fa pensare ai Paesi del Nord, alla Scandinavia, alla Norvegia, alla neve, al Castello di Ghiaccio di Frozen… E nel bosco incantato del Castello di Limatola entrerete nella magia fiabesca insieme ad Elsa, ad Anna, ad Hans, ad Olaf e lì si fermerà il tempo… In tutti gli allestimenti degli spazi espositivi aleggerà il candore norvegese… Nella sezione FOOD il “fil rouge” sarà la Cultura del biologico. Prodotti sostenibili, venduti direttamente dagli stessi produttori. Seppure in un clima di festa, attraverso questo evento viene divulgata una nuova filosofia di vita più salutare e rispettosa dell’ambiente. Gli stand propongono prodotti sia campani che nazionali ed internazionali con chiara evidenza della loro origine, degli ingredienti utilizzati e dei metodi produttivi adoperati. È possibile assaggiare di tutto, dai fichi essiccati ripieni cilentani, ai formaggi dei pascoli del Matese, alla pasta di Canapa, al cioccolato di Modica, al dolce ungherese e tanto altro ancora.

“Cadeaux al Castello” propone anche un’ampia scelta di accessori natalizi, oggetti di design, ceramiche, gioielli, antiquariato, artigianato dell’Associazione “Fare medievale”, sete di San Leucio e prodotti di vario genere. È il regno dell’artigianato e della creazione di manufatti, dei laboratori “open air”… Inoltre per grandi e piccini ci saranno numerosi spettacoli dal vivo, Giocolieri, Trampolieri, Giullari di Spade, Sputafuoco, Zampognari, Maghi, Teatrini di marionette, personaggi luminosi, cantori, buffoni di Corte, elfi , “The White Carols Band”, Gospel, ecc ecc… E l’incanto continua con l’allegro e panciuto Babbo Natale, che vi aspetta nel suo castello incantato circondato da elfi, cantastorie, libri di favole, vecchie calze piene di leccornie. Se poi volete gustare le prelibatezze della cucina del nostro chef Executive Giuseppe Spina e i succulenti dolci degli chef Federico ed Enrico Sorrentino, vi invitiamo a visitare i nostri punti ristoro:

  • · “Biancolatte Cafè”
  • · La Pizza a portafoglio…di Napoli l’orgoglio
  • · La pasticceria del Castello
  • · “Il rifugio del Cervo bianco”: arrosti con contorni e tagliere con zuppa
  • · Stinco e polenta della tradizione Vichinga
  • · “Shop & Eat – Concept Tavern”- Ristorante à la carte
  • · Il Cuoppo innevato di mare e di terra
  • · La pasta coi fiocchi
  • · Gli arrosti del Norvegese
  • · Una frolla, una riccia e…una Krapfen
  • · Northern food&drink: würstel con crauti e bretzel, polpette e purea
  • · “In Gotica” – La caffetteria letteraria
  • · Crepes & Waffle: i pasticci di Olaf

 

La giornata sarà arricchita dalla interessantissima visita al Borgo di San Leucio, situato alle spalle della Reggia di Caserta, considerata la seconda Reggia Borbonica. All’interno l’antica fabbrica di produzione della seta è rimasta intatta e perfettamente funzionante. San Leucio è un esempio concreto di come i Borbone costruivano i nuovi borghi per sperimentare impianti industriali, basandosi sulla autonomia industriale. Interessante percorso di archeologia industriale, con sale con strumenti per la produzione e lavorazione della seta, un’ampia sala con telai in legno perfettamente funzionanti, mostra di manufatti, la cuculliera e la filanda.

Scopriremo i segreti della lavorazione di un antichissimo e pregiatissimo tessuto, la seta appunto, che ha rappresentato un importante acceleratore dell’economia del tempo dei Borbone.

il PROGRAMMA

H. 07:00 Ritrovo dei partecipanti nei luoghi convenuti con l’agenzia. Incontro con il nostro assistente di viaggio a partenza alla volta di San Leucio. Incontro con la guida locale e ingresso al Museo della Seteria Reale di San Leucio.

H. 11:30 Trasferimento in bus presso l’antichissimo borgo di Casertavecchia per una breve passeggiata nel centro storico e per consumare il pranzo ( facoltativo il pranzo in ristorante tipico locale )

H. 14:00 Raggiungeremo il borgo di Limatola. Ingresso al Castello e intero pomeriggio a disposizione dei partecipanti per visitare il meraviglioso Mercatino di Natale.

H. 18:30 Ritrovo dei partecipanti nei luoghi concordati con l’agenzia e partenza per il rientro in sede previsto alle ore 20:30 circa

 

QUOTE DI PARTECIPAZIONE

Prezzo per persona                                                                                                    € 20,00

La quota comprende: viaggio in bus dalle località concordate con l’agenzia; nostro assistente di viaggio; guida a disposizione per la visita delle Seteria Reale di San Leucio; visite ulteriori come da programma

La quota non comprende: pasti non menzionati; biglietti di ingresso al Castello di Limatola( € 10,00 ) e alla Seteria Reale di San Leucio ( € 4,00 ) ; tutto quanto non espressamente indicato nella voce precedente

 

Prenota